per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

DIVERSITÀ CONCETTUALE DEL DANNO MORALE DA QUELLO BIOLOGICO: AUTONOMIA DELLA LIQUIDAZIONE

Cass. Civ. III sez. n. 29191/ 2008
Nella valutazione del danno morale contestuale alla lesione del diritto della salute, la valutazione di tale voce, dotata di logica autonomia in relazione alla diversità del bene protetto, che pure attiene ad un diritto inviolabile della persona

(la sua integrità morale: art. 2 della Costituzione in relazione allo art. 1 della Carta di Nizza, che il Trattato di Lisbona, ratificato dall'Italia con L. 2 agosto 2008, n. 190, collocando la Dignità umana come la massima espressione della sua integrità morale e biologica) deve tener conto delle condizioni soggettive della persona umana e della gravità del fatto, senza che possa considerarsi il valore della integrità morale una quota minore del danno alla salute.

Scarica la sentenza
 

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639