per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

Danni intra-partum da risarcire ove manchino tracciati continui e accertamenti emogasanalisi

CASSAZIONE III SEZ. CIVILE N. 12686 DEL 9 GIUGNO 2011 
Danni intra-partum sono da risarcire ove manchino tracciati continui ed accertamenti emogasanalisi idonei a dimostrare un benessere fetale nella fase  pre e perinatale tali da interrompere il nesso causale tra i gravi danni neurologici poi riscontrati e la prestazione ostetrica.  In particolare, ove parte attrice abbia dedotto una situazione di sofferenza ipossica intra partum ed abbia allegato la cartella clinica dalla quale si evince presenza di meconio nel liquido amniotico e ecchimosi al volto subito dopo la nascita, la mancanza di un monitoraggio CTG continuo e l’omesso accertamento dell’emogasanalisi subito dopo la nascita, impediscono di ritenere raggiunta la prova liberatoria che vi fosse una condizione di benessere fetale e quindi di ritenere che i sanitari abbiano adempiuto diligentemente alla loro obbligazione e che i danni, poi riscontrati, al neonato non siano loro imputabili.

Scarica la sentenza

 

 

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639