per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

SE IL TRATTAMENTO METTE A RISCHIO LA VITA DEL PAZIENTE, IL MEDICO HA L'OBBLIGO DI INFORMARLO.

CORTE DI CASSAZIONE– SEZ. III CIVILE – SENTENZA 21 MARZO 2014 n. 18304

E’ colposa e contraria alla buona fede la condotta del medico che sottopone il paziente a un trattamento di “ossigeno-ozono terapia” in una struttura non adeguata, senza informarlo delle carenze e indirizzarlo in un luogo più idoneo.

Scarica la sentenza

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639