per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

L'ONERE DELLA PROVA NELLA RESPONSABILITA' MEDICA - CASS.CIV. SEZ III SENTENZA N. 8989/2015

CASS.CIV.SEZIONE III SENTENZA N. 8989 DEL 06/05/2015

In materia di attività medico-chirurgica, allorché risulti accertata una condotta negligente che depone per la responsabilità del medico operante e, conseguentemente, della struttura sanitaria, spetta all'uno e all'altra, in applicazione del principio della "vicinanza della prova" (o di "riferibilità), provare che il risultato "anomalo" o "anormale", rispetto al convenuto esito dell'intervento, sia dipeso da un evento imprevedibile, non superabile con l'adeguata diligenza.

Scarica la sentenza

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639