per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

Cass. Civ. III sez. sent. n. 6850 del 2018: " L’individuazione delle condotte colpose a carico dell’attore non è tassativa ed il Giudice può ampliare l’oggetto dell’indagine al CTU".

La responsabilità della struttura ospedaliera è sempre responsabilità diretta, ancorché conseguente a fatto degli ausiliari, e l’avere l’attore individuato la colpa esclusiva di un singolo ausiliario non vale a limitare l’oggetto della domanda ove concerne l’accertamento della responsabilità della struttura. (…) Per altro verso, va escluso che in ambito di responsabilità professionale sanitaria, l’accertamento demandato al Giudice sia rigidamente vincolato alle iniziale prospettazioni compiute dall’attore (quanto alla individuazione delle specifiche condotte costituenti la causa del danno), dovendosi invece ritenere che l’oggetto del giudizio sia costituito dall’accertamento della responsabilità dei convenuti in relazione al danno lamentato dall’attore e che, entro tale cornice, possa ben pervenirsi all’accoglimento della domanda in base al concreto riscontro di profili di responsabilità diversi da quelli originariamente ipotizzati dall’attore ."
Pres. Travaglino, Rel. Sestini 20/03/2018

 Sentenza n° 6850 (1)

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639