per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

Cass. Civ. III Sez. Ordinanza n. 15749 del 15/06/2018: "Il Sanitario non è esente da responsabilità sol perché si sia attenuto alle linee guida ma la sua condotta va valutata in concreto".

In materia di responsabilità per attività medico – chirurgica, il rispetto, da parte del sanitario, delle linee guida – pur costituendo un utile parametro nell’accertamento di una sua eventuale colpa, peraltro in relazione alla verifica della sola perizia del sanitario – non esime il giudice dal valutare, nella propria discrezionalità di giudizio, se le circostanze del caso concreto non esigessero una condotta diversa da quella da esse prescritta. Con l’ulteriore precisazione che (…) la limitazione di responsabilità (…) rinviene il suo invalicabile limite nell’addebito di imperizia (…) e non anche quando l’esercente la professione sanitaria si sia reso responsabile di una condotta negligente e/o imprudente.
Presidente: Travaglino – Relatore: Vincenti Enzo

Sentenza n°15749

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639