per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

Roma 2003

               ASSOCIAZIONE VALORE UOMO 

                        2° CONVEGNO REGIONALE GIURIDICO-MEDICO

IL NUOVO DANNO ALLA PERSONA.

PROSPETTIVE RISARCITORIE IN SEDE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE

Roma 22 ottobre 2003

Sala Tevere

Palazzo della Regione, Via Cristoforo Colombo, 212 

  

 PRESENTAZIONE

 L’anno scorso, in occasione dell’interessante 1° Convegno regionale di Palermo, avevamo espresso tutte le preoccupazioni per l’Ordinanza (l’ennesima) di rimessione alla Consulta per la presunta incostituzionalità dell’art. 2059 c.c.

Su questo punto scrivemmo, a più mani, il saggio “Danno morale e Danno esistenziale”, richiamando l’attenzione, di chi doveva essere attento, sulla trappola tesa con una questione principale  insensata ed una secondaria, quella vera, neanche tanto bene simulata. E con piacere abbiamo rilevato che la Consulta (233/03), in alcuni passi determinanti della pronuncia, è vicinissima alle nostre tesi.

Ma in contemporanea con tale definitiva apertura della più alta Magistratura Italiana, che proietta, sempre più, il nostro Paese in una prospettiva europea di assoluto riguardo e tutela verso il Valore Uomo, dobbiamo registrare l’anacronismo e la totale mancanza di sintonia delle leggi 57/2001 e 273/2002 che, espressione di due diverse legislature, costituiscono,  invece, una regressione epocale nel sistema del danno alla persona poiché,  “ingessando” il Magistrato, hanno trasformato la tutela del danno biologico da risarcitoria a indennizzatoria.

E così, in pochi mesi, siamo passati dallo sgomento per la legge 273/02 che, modificando la già riduttiva legge 57/01, ha  indennizzato il danno biologico, all’ottimismo per la definitiva costituzionalizzazione da parte della Consulta (233/03) - che ha recepito ed ampliato i principi già introdotti dalle due sentenze della Cassazione (8827/03 e 8828/03) - sia del danno esistenziale che del  danno morale, quest’ultimo risarcibile anche in caso di colpa presunta.

Ci troviamo, così, a vivere uno scenario in continuo divenire ove, dalle certezze, che non vi sono più, sul danno biologico, si è passati, come detto, a quelle definitive sul danno esistenziale, seppur attraverso la nuova formula:

art. 2059 c.c. (liberato dal vincolo anacronistico e incostituzionale,  perché non esattamente in linea con la tutela dei diritti umani inviolabili, del combinato disposto con l’art 185 del codice penale) + articolo della Costituzione violato = risarcimento.

Ecco, dunque,  gli scopi di questo Convegno, che sono, poi, quelli statutari dell’Associazione: analizzare, dibattere e proporre.

Quid iuris et facti per Giudici, Medici-legali, Avvocati e  Assicuratori?

Ad maiora!!!

Napoli-Roma, 3 ottobre 2003

 

Giuseppe Mazzucchiello

Avvocato, Presidente dell’Associazione Valore Uomo

  

PROGRAMMA

Ore 10,30  Registrazione Partecipanti

Ore 11,00  Saluti ai Soci ed ai Partecipanti  

                   Avv. Giuseppe Mazzucchiello - Presidente dell’Associazione Valore Uomo

Ore 11,15  Apertura

                    S.E. Prof. Giovanni Elio Longo - Pres. Onorario dell’Associazione Valore Uomo

Ore 11,30 Introduzione

                   Dr. Giovanni Battista Petti - Cons. della III^ Sez. Civile della Corte di Cassazione

 

****

                     I^ sessione giuridica
                     L’art. 2059 c.c., il danno morale ed il danno esistenziale

 

Ore 12,00  Esiste ancora il danno esistenziale?

                   Dr. Domenico Chindemi - Consigliere della Corte di Appello di Milano

 

Ore 12,20  Il rapporto tra gli artt. 2054 e 2059 del codice civile

                   Dr. Enzo Vincenti Magistrato, Assistente di studio alla Corte Costituzionale

 

Ore 12,40  I danni non patrimoniali e la P.A. (legittimata attiva e passiva)

                   Dr. Antonio Lamorgese - Magistrato della II^ Sez. Civile del Tribunale di Roma

 

Ore 13,00  Pausa Pranzo

****

Ore 14,45  II^ sessione giuridica

                   Tavola rotonda. Il danno biologico: risarcimento o 

                   indennizzo dopo le riforme (leggi 57/2001 e 273/2002)?

 

Partecipano:

- Dr. Lucio Bochicchio - Magistrato della II^ Sez. Civile del Tribunale di Roma

- Dr. Antonio Lamorgese - Magistrato della II^ Sez. Civile del Tribunale di Roma

- Dr. Stefano Olivieri - Magistrato della II^ Sez. Civile del Tribunale di Roma

- Avv. Anna Maria Botti - Dirigente del settore Responsabilità Civile dell’Ufficio Legale A.N.A.S.

- Prof. Avv. Giorgio GalloneDocente Universitario di Diritto delle Assicurazioni

- Prof. Avv. Salvatore Sica - Docente Universitario di  Diritto Privato Comparato  

 

****

Ore 17,00  Sessione medico-legale.

                   Tavola rotonda. Il ruolo del medico-legale nella

                   valutazione  dei danni patrimoniale,

                    non patrimoniale e biologico.

 Partecipano:

- Dr. Alfredo Vincenti - Pres.te della XIII^ Sez. Civile del  Triibunale di Roma

- Dr. Lorenzo Pontecorvo - Magistrato della II^ Sez. Civile del Tribunale di Roma

- Prof. Angelo Fiori - Docente Universitario di Medicina Legale e delle Assicurazioni

- Prof. Paolo Arbarello - Docente Universitario di Medicina Legale e delle Assicurazioni

- Prof. Pietrantonio Ricci - Docente Universitario di Medicina Legale e delle Assicurazioni

- Prof. Giancarlo Umani Ronchi - Docente Universitario di Medicina Legale e delle Assicurazioni

- Prof. Paolo De Luca - Docente Universitario di Medicina Legale e delle Assicurazioni

 Ore 19.00  Chiusura dei lavoi

                    Moderano il Convegno: Dr. Giovanni Battista Petti

                                                             Avv. Giuseppe Mazzucchiello

Nel corso dei lavori interverrà S.E. Prof. Giovanni Conso - Pres.te Emerito della Corte Costituzionale e Socio Onorario dell'Associazione Valore Uomo

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639