per la tutela dei diritti umani e per lo studio del danno alla persona

Napoli 2007

  Associazione Valore Uomo

 

In collaborazione con

CORTE DI APPELLO DI NAPOLI

     Ufficio del Referente  per la Formazione decentrata

  INCONTRO - DIBATTITO

        Il Risarcimento del Danno alla Persona

        tra Costituzione e T.U. delle Assicurazioni Private.

         Difficoltà applicative e problematiche processuali.

  

Napoli, 29 marzo 2007 ore 15,00

Sala Mimose

Hotel Holiday Inn

Centro Direzionale

 

Era necessario questo incontro.

Si, perché viviamo un momento in cui l’evoluzione della società civile, e la conseguente esigenza di risistemazione, sta così impegnando il Legislatore che l’intera produzione normativa è sempre più lacunosa e ce ne siamo tutti resi conto, ancor di più,  quando ha messo mano al riassetto della RCA. Una norma lacunosa che non appare assolutamente in linea con i grandi traguardi, giurisprudenziali, di tutela dei diritti umani inviolabili della persona, raggiunti grazie all’impegno ed al contributo costante della Magistratura, soprattutto di quella di merito, posta, in trincea, a presidio e a salvaguardia, dei diritti fondamentali inviolabili dell’individuo.

Ed allora, quando stavano prendendo vigore interpretazioni, recepite in molte pronunce del Distretto di questa difficile città, con conseguenze di grande portata, abbiamo levato alto il grido, con toni forti, apparsi, forse, anche eccessivi, ma che avevano lo scopo di provocare questo momento d’incontro, necessario ed imprescindibile, tra tutti gli operatori del diritto ed auspicabile ogni volta che le tesi, di prima interpretazione, di norme molto innovative e di “maglie larghe”, sono tali da compromettere le certezze degli operatori del diritto in una materia di così forte impatto sociale.

In questo incontro, e nel dibattito che ne seguirà nel rispetto assoluto, come sempre, del pluralismo delle idee, si confronteranno tutte le tesi dottrinarie.

Ed oggi, più che mai, noi tutti, chiediamo ai Magistrati di continuare, come sempre, a fare gli straordinari, svolgendo quel necessario ruolo integrativo, talvolta suppletivo, rispetto all’attività del ns Legislatore, troppe volte distratto, per garantire a tutti, ed in particolare alle vittime di un illecito, l’integrale ristoro dei danni, principio Costituzionalmente tutelato.

Verrà analizzata, in particolare, la struttura della procedura stragiudiziale e, quindi, l’idoneità del nuovo atto di costituzione in mora ad assolvere ad un reale ruolo deflattivo e, nel contempo, a creare i presupposti per una valida proposizione dell’azione senza pregiudicarne, però, sine die, l’inizio ove si tenga conto delle varie possibilità sospensive che esso codifica.

Ad majora.

Napoli,  24.03.2007

                                                              Il  Presidente

                                                   Avv. Giuseppe Mazzucchiello

 

PROGRAMMA

Ore 15:00 Registrazione  

Ore 15:15 Saluti delle Istituzioni  

                 

Tavola rotonda

Il danno non patrimoniale

L’atto di  “messa in mora” 

Le richieste di accertamenti e la sospensione dei termini 

Il certificato di guarigione con postumi 

L’accesso agli atti 

La proponibilità dell’azione ed il regime transitorio

La discrezionalità del Magistrato nella personalizzazione del danno 

Profili d’incostituzionalità

 

Partecipano:

Dott. Mario Fantacchiotti - Cons. 3^ Sez. Civ. Corte di Cassazione         

Dott. Giovanni Battista Petti - Cons. 3^ Sez. Civ.  Corte di Cassazione         

Dott. Mario Lepre- Pres. di  Sez. Civ. Corte d’Appello di Napoli

Prof. Avv. Giorgio Gallone - Doc. Dir. Ass.  Priv. Univ. La Sapienza

                                             

Ore 17:00 Dibattito

Ore 18:00 Fine dei lavori

associazione valore uomo

Napoli
info@valoreuomo.it
C.F. Associazione 94181520639